Indelebile

(Testo e musica Germano Bonaveri)

Una donna facile
ed un letto inutile
nella stanza sporca
d'amore indelebile.



Le mie labbra bevono,
i silenzi dicono
tutto cio' che ancora
ricordo di lei.

I tuoi seni danzano
questo tempo immobile,
la tua vita fragile
cede un sospiro.

L'universo vagola:
la tua bocca scivola
oltre l'orizzonte
di questo mattino…

Lasciarsi vivere,
dimenticare tutto cio' che non va.
E' tutto un vortice:
abbandonarsi nella sensualita',
lasciarsi vivere...

Adesso voltati,
mentre i tuoi fianchi gridano:
voglio confonderti
con un futuro prossimo
che sia plausibile
su questo letto inutile.
Scegliero' di vivere
per fare un torto alla tua liberta'.

I profili celano
corpi che si accolgono
contro le pareti
ingiallite dai secoli,

il tuo ventre e’ un'isola:
naufragare e' un brivido
nel grigiore livido
dell' improbabile.

Le tue gambe tremano,
le mie mani insistono…
vittima e carnefice
stesso pericolo:

mentre il mondo e' nuvola,
la mia bocca scivola
oltre l'impazienza
di questo mattino...

Lasciarsi vivere,
dimenticare tutto cio' che non va.
E' tutto un vortice:
abbandonarsi nella sensualita',
Lasciarsi vivere...

Adesso voltati,
mentre i tuoi fianchi gridano:
voglio confonderti
con un futuro prossimo
che sia plausibile
su questo letto inutile.
Scegliero' di vivere
per fare un torto alla tua liberta'.

Le parole mancano
mentre ripercorri quei gesti
del gioco dei corpi.
Se ti volti un attimo,
hai vissuto un secolo
come fosse l'ultimo,
senza pudore di noi...
Una donna facile
ed un letto inutile
nella stanza sporca
d'amore indelebile.

{youtube}fp1WfnTBHoQ{/youtube}

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.