Danza

(Testo Bonaveri, Musica Bonaveri, D'Urso)

Balla, ti prego balla ancora
e non m'importa quanto può costare,
ho ancora spiccioli di esistenza per poter pagare:
balla ancora!

Parla, parla ancora
e vienimi a trovare, stammi ad ascoltare
anche quando nulla ancora c'è da dire:
nei tuoi occhi grandi troverò parole
quasi d'amore.

Lasciami credere a un mondo impossibile
dove per noi non esistano regole,
dove anche gli angeli possono esistere
perché tu balli con me.

E balla, ridi forte, balla!
sfrontata e nuda sei ancora più bella
e non m'importa quanto può costare,
tanto so che comunque non potrei pagare
e grida, danza, poi ancora parla:
dire ti amo sarebbe un gesto naturale
e bacia, parla, sorridi...
dire ti amerei è ciò che posso fare.

Sappi che il tempo porta via
il coraggio infantile di dimenticare
che comunque questa vita è tutto un scivolare:
balla ancora!

Guarda, guarda ancora
e cerca di capire, prova a immaginare
quello che a volte non si riesce a dire:
nei miei occhi stanchi leggerai parole
quasi d'amore.

E canto, ballo e sorrido
per quando ancora mi verrai a trovare
nel mio universo impossibile,
dove anche i giorni possono tornare
e grida, danza, poi ancora parla…
dire ti amo sarebbe un gesto naturale
e bacia, parla, sorridi!
Dire ti amerei è ciò che posso fare.

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.