Noel

(Testi Bonaveri, Musica Bonaveri, Bruno)

E’ in momenti come questo,
quando il sogno va a dormire
e rimango silenzioso ad ascoltare
che vorrei alzarmi in volo,
per strappare all’illusione
quel sussurro di preghiere appeso al cielo
che nasce da noi.

Quel desiderio inconscio
che è chiuso dentro di noi
è il senso cui non rinuncerà nessuno di noi,
perché sono sicuro che, in fondo,
ognuno di noi sia un angolo di cielo

di questo immenso aggrovigliarsi di umanità,
di questo oceano di gente abbandonata al mondo
e anch’ io, che adesso mi trovo qua,
come un pesce mi lascio trasportare.

Vorrei credere che nessuno al mondo sia vissuto invano,
e che il pianto che si sente non sia quello di un bambino.
Ma rimango sopraffatto da un strappo alla coscienza
perché so che ciò che uccide è la nostra indifferenza,

che è dentro di noi, nell’atto di rinuncia
che compie ognuno di noi
nel volgere lo sguardo da chi è diverso da noi,
mentendo sottovoce che ormai nessuno di noi
può fare qualche cosa per chi non ha più voce
in questo mondo.

E’ in momenti come questo,
quando il sogno va a dormire,
che vorrei parlare ai cuori per spiegare che è parte di noi:
per quanto sia lontano chi soffre è qui accanto a noi,
ha un sogno nella mano e coinvolge ognuno di noi,
perché sono sicuro che in fondo ognuno di noi
sia un angolo di cielo di questo immenso mondo.

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.