Sole.

In quest'invernale albeggiare

l'osservo arrancare verso l'infinito,

aggrappato alle nubi sterili

d'un finto sereno.

Tra queste limpide perplessita',

lo sguardo ferito,

l'uomo trafitto dalle stagioni

sconta la vita

mordendo il seno d'una morte lontana.

L'ansia diventa paura

mentre la scalata del sole volge al mezzogiorno.

L'alba umana s'accende,

brilla,

e silenziosa cede alla sera.

La notte e' il nostro ritorno.

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.