Il tempo che verra'

C'e' qualcosa che sta cambiando, nel mondo. Le persone se ne stanno accorgendo, ognuno coi tempi di cui necessita compatibilmente con l'impegno alla sopravvivenza, ma oramai non sono piu' sufficienti gli sforzi della stampa e dei telegiornali a bombardarci con notizie di stupri, scandali e campionato a mascherarci la reale tenzione che attanaglia il mondo, tantomeno i quattro giornalisti/investigatori della presunta controinformazione, che fingendo di non vedere e soprattutto NON SAPERE cosa succede finiscono con il rappresentare gli UTILI IDIOTI del sistema. Si'. C'e' qualcosa di piu' importante (possibile?) di cui occuparsi oltre alle vicenduole di qualche politico corrotto che tenta di pararsi il culo e barcamenarsi per non finire in galera. C'e' qualcosa di sinistro che sta accadendo.

Sono fermamente convinto che sia urgente per le persone riappropriarsi della propria indipendenza di giudizio e critica con una reazione rapida, repentina. E' indispensabile che ognuno di noi ADESSO si metta a frugare nelle notizie, si metta a parlare con il vicino e cerchi di informarsi per informare.

Qualche spunto per allenarsi: andate e cercate di scoprire cosa si dice e soprattutto cosa e' il "report GEAB 32 di LEAP/Europe2020 ", cercate di dedicare un po' di tempo a leggerlo.
Cercate e scoprite qualcosa circa una raccolta di firme che alcuni europarlamentari stanno cercando di portare avanti per contrastare l' imposizione del TRATTATO DI LISBONA ( a proposito...sapete cos'e'? Bene, andate, navigate e scoprite).
Cercate di capire PER QUALI RAGIONI non si voglia venga ratificato questo trattato. Dopodiche' informate, e pungolate il vostro amico di Facebook affinche' si informi come avete fatto voi.
Andate a scoprire cosa e' successo in ISLANDA, in LETTONIA, nelle MAURITIUS, cosa sta capitando in Grecia OGGI.

Andate a vedere perche' l'AUSTRIA ha tanta paura di cadere nel default, scoprite cosa e' il default.

SCOPRIRETE che per l'Italia il default sarebbe una panacea. Sono malato? Navigate. Cercate. Documentatevi.

Chi ha un PC e legge questo stupido articolo ha la capacita' di navigare. Chi naviga puo' cercare informazioni. Chi vuole capire puo' cercare, e trovare. Non e' tempo per i pigri, il primo passo per essere liberi e' essere informati e ognuno di noi ha il dovere di risollevarsi. Su le chiappe, e fintanto e SOLTANTO FINO A QUANDO starete davanti al vostro PC, armate il mouse e caricate la tastiera per conoscere quanto ci stanno prendendo per il culo. Poi, se vi va, scrivete ai giornali informandoli che fino a quando non parleranno di quello che succede DAVVERO non comprerete piu' il loro pezzetto di carta straccia.

Quello che sta per arrivare e' un dissesto geopolitoco mai visto, nel caso non ve ne foste accorti. Si deve ragionare assieme, e molto velocemente.

Orbene, si cominci!

germano bonaveri - canzoni

Allora: questa dovrebbe essere la copertina. Il titolo: CANZONI. Perche' canzoni sono, ma forse no, racconti. Forse entrambi. Sta di fatto che lo sto preparando, forte anche di una presentazione scritta dal mio amico Cesare Vanzella.
Quando uscira'? Non lo so. Intanto Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , se vi va, giusto per ordinarlo.

ALTRA NEWS:

Il nuovo disco e' in lavorazione. Per la verita' gia' da un po', almeno tre mesi. Lo dico solo ora, e lo dico sottovoce dall'interno di questo articolo.
Gli arrangiamenti? A. D'Urso, L. Bruno ed il sottoscritto.
Chi ci suona? I RESTO MANCHA, assieme a Mario ARcari, e altri ospiti.
Il titolo? Credo LE CITTA' INVISIBILI.
Quante canzoni? Dieci, undici al massimo.
La tematica? A una certa eta' ci si guarda dentro.
Ve ne frega qualcosa? Fatemi sapere.

Facebook!! (Faccia da libro o libro delle facce?)

La mitica Patty ha approntato il mio Facebook. Mi diverte consultarlo, anche se l'idea di un Fans Club non l'avevo certamente ancora maturata. Ringraziando Patrizia per l'infaticabile operato, cliccate per vedere :)

Guerra e pace

Occorre davvero un moto di orgoglio e dignita', in questi tempi. E' necessario ed urgente che ognuno di noi si sforzi di conoscere e sapere, occorre sviluppare un nuovo senso critico fatto di vere opinioni personali. Come ci si fa una opinione? Informandosi. In Italia l'uso della rete e' in calo, passiamo dal 43% al 42% mentre ovunque l'uso del web e' in espansione. Proposte di legge appena sussurrate mirano a minare l'esistenza delle voci indipendenti, si vocifera di stringere la cerchia attorno ai Blog: ebbene, navigate. Navigate finche' c'e' mare, finche' non ce lo prosciugheranno, ed informatevi.

Grazie agli amici di Creuzadema.net

Grazie a Giacomo, per l'attenzione prestata a questo progetto, per il grande lavoro che svolge in memoria di Faber, per la passione in genere per questa nostra musica d'autore, che e' la stessa passione che fa amare questo povero paese dilaniato da troppi sciacalli ; e grazie anche per le belle parole che ha voluto riservarmi all'interno del suo sito .

http://www.creuzadema.net/deandre/ ... visitate questo angolo del web, accarezzate la vostra memoria e se non conoscete poi cosi' bene il nostro Faber, allora leggete, cercate...

Buona lettura e ciao ancora, Giacomo.

Prossime date

Un veloce riassunto dei prossimi appuntamenti:

  • 7 novembre: ore 16.30 P.zza dell'Unita' (BO) in duo con A. D'Urso alla chitarra per Re-Esistenze.
  • 8 dicembre: live in MAGNIFICO TOUR al Palariccione.
  • 19 dicembre: ore 21.00 Percorsi D'Autore in quintetto con i Resto Mancha al Teatro Comunale Testoni di Casalecchio (BO), in cui avro' il piacere di presentare Ivano Zanotti alla batteria dei Resto Mancha.
  • 9 gennaio 2009: Teatro Tivoli , Bologna, "quello che non ho". Bonaveri ed i Resto Mancha cantano De Andre' a dieci anni dalla scomparsa del poeta.

Lettera al figlio

una delle canzoni del prossimo disco.
Che si intitolera' "Le citta' invisibili"

Leggi tutto

Altri articoli...

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.